DALL'ITALIA 

Università di Bari, Estesa fino a 18.000 euro la No tax Area

L’Università di Bari estende la platea degli studenti che godono di esonero totale dal pagamento dei contributi universitari, favorendo le iscrizioni e rendendo più pieno il diritto alla studio.

E’ quanto previsto dal nuovo Regolamento sulla contribuzione studentesca per l’A.A. 2018/2019, approvato in data odierna dagli Organi di Governo.

Il risanamento delle finanze e la consapevolezza delle difficoltà delle famiglie dei propri studenti  hanno indotto l’Ateneo ad elevare a 18.000 euro la fascia di esenzione, ben oltre la soglia normativamente prescritta (euro 13.000).

Ciò consentirà a oltre 13.000 studenti di frequentare i corsi di laurea gratuitamente.

L’Ateneo esprime  l’auspicio che Governo centrale e  Regione intervengano a favore delle Università, stanziando adeguati fondi anche per compensare le minori entrate.

Accanto all’elevazione della NO TAX AREA, l’Ateneo migliora le ulteriori misure di favore per gli studenti, come di  seguito riportate.

Esoneri totali

gli studenti diversamente abili con percentuale pari o superiore al 66%
i vincitori e gli idonei di borsa di studio A.DI.S.U.
tutti gli immatricolati con ISEE fino a 18.000 euro
gli studenti iscritti al secondo anno accademico, che abbiano conseguito almeno 10 C.F.U., con ISEE fino a 18.000 euro
gli studenti iscritti dal terzo anno al primo anno fuori corso, che abbiano conseguito almeno 25 C.F.U., con ISEE fino a 18.000 euro
gli studenti stranieri beneficiari di borsa di studio governativa
i figli dei titolari di pensione di inabilità, con ISEE fino a € 4.000
le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata
le studentesse madri.
Esoneri parziali

studenti con disabilità tra il 45% al 65%
studenti immatricolati o iscritti entro la durata legale dei corsi di laurea “incentivati” in Scienze Statistiche, Chimica, Fisica, Matematica, Scienza dei Materiali e Scienze Geologiche
studenti con altro familiare (non solo fratelli e sorelle) contemporaneamente iscritto nell’anno accademico 2017/2018
studenti lavoratori con ISEE inferiore a € 25.000,00
dipendenti dell’Ateneo barese e i loro figli
personale della Marina militare, Esercito Italiano, Aeronautica militare, Carabinieri, Croce Rossa Italiana, Guardia di Finanza (e figli), Vigili del fuoco, Polizia di Stato e Polizia Penitenziaria, e i loro figli
studenti titolari di asilo e/o rifugio politico.
 

Articoli Correlati