Sport 

Top Runner Italia al traguardo della prova più dura

Domenica 27 maggio si è conclusa la 46^ edizione della “100 Km del Passatore” l’Ultramaratona più bella d’Italia corsa tra Firenze e Faenza. Alla loro prima partecipazione Adriana Valdevies classe ’73, Giuseppe Leone e Cosimo Bertotto entrambi classe ’78.

I tre atleti Jonici, alla fine di un lungo ed intenso periodo di preparazione sotto la guida del Dott. Luca Squillante, responsabile tecnico di Top Runner Italia sono partiti alle ore 15.00 del 26 maggio con un unico obiettivo, quello di tagliare il traguardo.

Gli ultimi mesi sono stati impegnativi non solo per gli allenamenti che hanno costretto i ragazzi a correre dai 60 ai 70 km ogni settimana ma anche sotto il profilo agonistico. Ricordiamo la partecipazione alla 6 ore di San Giuseppe svoltasi a Putignano lo scorso marzo e a seguire le maratone di Milano e Roma ed infine la 50 km di Romagna.

Altrettanta attenzione è stata data agli allenamenti indoor, indispensabili in questo tipo di preparazione, per i quali sono state utilizzate le attrezzature dell’A.S.D. New Team Athenaeum di Taranto, la palestra che sotto l’ottima guida di Luca Squillante e Nicola Solito ha dato vita al progetto Top Runner Italia.

Ottimo risultato per Giuseppe Leone che dopo aver recuperato 249 posizioni nella seconda metà della gara ha tagliato il traguardo dopo 11 ore e 44 minuti piazzandosi al 317° posto in classifica assoluta, buona anche la prestazione di Adriana Valdevies che ha terminato la sua gara in 15 ore e 30 minuti e di Cosimo Bertotto, approcciatosi alla corsa da appena un anno, giunto all’arrivo dopo 16 ore.

In questo tipo di gare conta molto la preparazione fisica ma anche la capacità psicologica di resistere alla fatica; molti i ritirati e, altrettanti gli atleti colpiti da malori ed infortuni lungo il percorso.

Complimenti ai ragazzi per la loro resilienza e grazie ancora a Dott. Romolo Mancinelli che, con il suo lavoro ha fatto acquisire identità al progetto “Top Runner Italia”

 

Articoli Correlati