Eventi 

Taranto capitale della lingua greca di Puglia e Basilicata

Taranto torna ad essere l’epicentro delle iniziative organizzate, in Puglia e Basilicata, in occasione della Giornata Mondiale della Lingua Greca, manifestazione giunta alla quinta edizione e che, dallo scorso anno, è stata riconosciuta ufficialmente da una Legge della Repubblica Ellenica.

La Giornata Mondiale della Lingua Greca è organizzata, in Puglia e Basilicata, dalla Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto con il gradimento dell’Ambasciata di Grecia a Roma e della F.C.C.E.I. (Federazione Confraternite e Comunità Elleniche in Italia).

La Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto ripropone anche quest’anno la formula di successo che vedrà, sabato 9 febbraio, organizzare un grande evento nel Salone degli Specchi del Municipio di Taranto.

Vi parteciperanno delegazioni di istituti scolatici proponendo brevi sintesi delle attività in corso in quello stesso momento nelle loro scuole; si tratta di attività didattiche, con la partecipazione di una o più classi, riguardanti una performance degli alunni secondo le modalità ed i temi previsti dalla manifestazione.

Oltre a queste brevi performance degli studenti, per l’intera giornata è previsto un ricchissimo programma di relazioni tenute da insigni relatori.

La mattinata sarà aperta (ore 10.00) con l’inaugurazione della Giornata Internazionale della Lingua Greca e i saluti delle autorità del Comune di Taranto; i lavori saranno introdotti dall’intervento della Prof. Maria Koutra, Presidente Comunità Ellenica di Taranto, su “Europa Italia Grecia, Radici Comuni”.

In seguito ci saranno le performance e gli interventi degli studenti del Liceo Aristosseno di Taranto sul tema “i Miti siamo noi”, “Medea di Euripide Il Dialogo”, “L’Iliade: Teti e Achille” (1ª e 2ª Sezione I e 1ª A), “Achille e Agamennone” (1ª, 2ª e 3ª Sezione I), “Ettore e Andromaca” (1ª e 2ª I e 1ª A), “Elena” (1ª I), “Priamo Ecuba ed Achille” (1ª e 2ª I).

La Prof Ida Russo, della Associazione Filosofica italiana – Sezione di Taranto, relazionerà su “La Polis e lo spazio pubblico, da Platone a Hannah Arendt”.

In seguito gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Bernalda-Ferrandina illusteranno le attività relative alla Magna Grecia, presentando anche “Naiadi” di Metaponto; la Prof Anna Maria Tassoulis della Comunità Ellenica di Taranto, infine, interverrà su “La grecità di Ugo Foscolo”.

In contemporanea il Liceo Aristosseno organizza, presso l’Aula magna dell’Istituto, anche una manifestazione, coordinata dal dirigente Prof.  Salvatore Marzo, con performance e proiezioni multimediali sul tema a cura degli studenti.

La sessione pomeridiana sarà aperta (ore 17.00) dal saluto della professoressa Maria Koutra, Presidente della Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto e da un monologo in greco antico da “Antigone” di Sofocle, recitato da Cristiana Troussa.

i lavori, introdotti dalla professoressa Carmen Galluzzo Motolese, Presidente Club per l’Unesco di Taranto, proseguiranno con la relazione del Prof.  Aldo Siciliano, presidente Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia, su “Atene e Taranto nell’antichità: l’evidenza numismatica”.

In seguito la Dr.ssa Patrizia Gentile, ricercatrice in Topografia antica di Unisalento, e la Dr.ssa Fiorella De Luca, ricercatrice in Topografia antica CNR IBAM, interverranno su “Dinamiche insediative del territorio tarantino nell’Antichità. Metodologie d’indagine e risultati delle ricerche”, mentre la Dr.ssa Gabriella Capozza, assegnista di ricerca in Italianistica dell’Università di Bari, relazionerà su “Il mito di Medea in Pasolini”. I lavori saranno conclusi dal Dott. Giuseppe Stea, storico e scrittore, che interverrà su “L’Agon: Dall’Atleta di Taranto alla Freccia del Sud”.

A Taranto quest’anno, inoltre, la Giornata Mondiale della Lingua Greca avrà una “appendice” artistica al teatro TaTÀ, alle ore 20.00 di domenica 17 febbraio, con la rappresentazione dello spettacolo “Xenofobia” del gruppo teatrale “Semele Project”, diretto dalla regista e formatrice teatrale Christiana Troussa.

A livello nazionale l Giornata Mondiale della Lingua Greca mira a valorizzare i legami che ci uniscono alla cultura greca antica e ci rendono componente attiva di un’eredità di straordinario rilievo per tutto il mondo occidentale.

Attraverso l’utilizzo delle parole chiave di particolare valenza civile, morale, politica, artistica, scientifica, poiché intimamente collegate alla cultura e alla sensibilità europea, la lingua greca resta uno strumento particolarmente valido nella definizione di un percorso educativo e formativo ancora più ricco e denso di significati.

Per questo nei Licei e le Scuole Secondarie Superiori italiani gli studenti sono chiamati a svolgere, il 9 febbraio nell’ambito della Giornata Mondiale della Lingua Greca, attività volontarie inerenti la lettura di brani di autori greci o componimenti elaborati dagli stessi, performance teatrali, musicali o artistiche e quanto altro possa essere allestito dando spazio alla libera creatività dei più giovani.

Nella loro elaborazione dovranno attingere ai contenuti appresi nell’ambito di materie quali la matematica, le scienze, la letteratura, la filosofia, la storia, l’educazione artistica e l’’educazione fisica. Lo sviluppo di iniziative aventi per substrato tali materie, infatti, facilita gli studenti nella scoperta e nella comprensione della attualità dei pilastri della propria cultura ed identità.

Organizzata in Puglia e Basilicata dalla Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto con il gradimento dell’Ambasciata di Grecia a Roma e della Federazione delle comunità e confraternite greche in Italia (F.C.C.E.I), la Giornata Mondiale della Lingua Greca si avvale del Patrocinio della Regione Puglia, Provincia di Taranto e Comune di Taranto.

Collaborano all’organizzazione della manifestazione l’Occse (Organizzazione per la Crescita Culturale Sociale ed economica della Magna Grecia), il Club per l’Unesco Sezione di Taranto, il Dipartimento di Beni Culturali Università del Salento, la Sezione di Taranto della Società Filosofica Italiana, Club Lions  “Puglia dei Patrimoni e dei Cittadini” e l’Associazione Culturale “Marco Motolese”.


130Shares

Articoli Correlati