Eventi 

“Tamburi è una parola forte!”: iniziato “Ragazzi in Gamba 2018”

Per una settimana volontari e studenti si esibiscono nel Teatro Comunale di Carosino

Il toscano Marco Fè non sa cosa sono i Tamburi. Eppure da decenni gira l’Italia per presentare “Ragazzi in Gamba”, la manifestazione che da 56 anni vede esibirsi in tante città le scolaresche in performance creative, teatrali e musicali, con uno spirito particolare: nessuno vince e nessuno perde.

Si partecipa solo per la gioia di condividere questo momento, una libera scelta compiuta, nel segno del dono e della gratuità, esclusivamente per presentare i frutti del proprio impegno nel campo delle attività espressive.

A Taranto, in particolare, grazie all’intervento del Centro Servizi Volontariato di Taranto, da anni vi partecipano anche le associazioni di volontariato che condividono così il palco con le scolaresche.

Ieri (lunedì 12 marzo) è stata la giornata inaugurale di “Ragazzi in Gamba” al Teatro Comunale di Carosino e Marco Fè sale sul palco alla fine dell’esibizione dell’Auser Tamburi, l’associazione di volontariato impegnata nell’invecchiamento attivo della popolazione.

Per l’Auser si sono appena esibite sul palco prima alcune bambine in uno show di danza moderna, tutte con indosso l’ormai famosa maglietta “Ie Jesche Pacce Pe Te”, e poi un gruppo di nonne e di “diversamente giovani” in una suggestiva performance contro la violenza sulle donne.

Sono tutte del Quartiere Tamburi. Le bambine, in particolare, sono le nipotine dei nonni che frequentano l’Auser Tamburi che, dovendo accudirle, le portano con loro impegnandole in attività ludico-ricreative.

Il toscano Marco Fe chiede cosa significhi “Ie Jesche Pacce Pe Te”. Lui non sa cosa sono i Tamburi, o fa finta di non saperlo, e per questo chiama sul palco Mimma Peluso, la presidente dell’Auser Tamburi, e glielo chiede: “Tamburi è una parola forte!” è la risposta.

«Tamburi è una parola che vuol dire morte e inquinamento per tanti – spiega Mimma Peluso – e tanti scappano dal nostro Quartiere per questo. Ma noi no, noi ci siamo nati e vogliamo restarci. Noi vogliamo continuare a viverci e a lottare per avere un Quartiere Tamburi più pulito, meno inquinato: noi non ce ne andiamo!»

È stato il momento più toccante della prima giornata di “Ragazzi in Gamba 2018”, la manifestazione che vedrà, fino a venerdì prossimo 16 marzo, esibirsi al Teatro Comunale di Carosino gli alunni di ventuno istituti scolastici di tutti i livelli, dalle elementari alle superiori, e i volontari di numerose associazioni accanto ai disabili, agli anziani e alle altre persone che ogni giorno vengono da loro accolte con impegno e dedizione.

Ragazzi in Gamba in due pomeriggi si sposterà, alle ore 17.00, presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città di Taranto, ove l’Associazione “Gli Amici del Presepio” allestirà la mostra “La Taranto Paisielliana” e si esibiranno in concerto gli studenti del Liceo Musicale “Archita” di Taranto, DOMANI mercoledì 14, e quelli dell’Istituto Musicale “G. Paisiello”, giovedì 15 marzo.

È la magia che si ripete da ventitré sul nostro territorio, dove Ragazzi in Gamba è realizzata dal C.S.V. Taranto e dall’Associazione Ragazzi in Gamba di Taranto, con il Comune di Carosino e il patrocinio del Comune di Taranto.

La kermesse è stata inaugurata da Marco Fè, responsabile nazionale di Ragazzi in Gamba, Gennaro Esposito, presidente dell’Associazione Ragazzi in Gamba di Taranto, Francesco Riondino, presidente del CSV Taranto, e Arcangelo Sapio, Sindaco di Carosino.

Salutando i partecipanti, Francesco Riondino ha sottolineato che «da anni il Centro Servizi Volontariato di Taranto ha “sposato” la manifestazione “Ragazzi in Gamba” perché vuole contribuire a questa iniziativa che infonde valori positivi nei giovani del territorio, quegli stessi valori, come la gratuità e la solidarietà, che da sempre contraddistinguono l’azione dei volontari».

Arcangelo Sapio ha spiegato che «il Comune di Carosino è felice di poter ospitare da anni nel proprio teatro “Ragazzi in Gamba”, una manifestazione che vede la nostra cittadina “invasa” dalla gioia e dalla voglia di “mettersi in gioco” di centinaia e centinaia di volontari e di studenti con i loro docenti, una meravigliosa carica di energia positiva per l’intera comunità».

Secondo Gennaro Esposito, presidente dell’Associazione Ragazzi in Gamba Taranto, «questa manifestazione tende a promuovere i valori positivi della vita, mettendo in risalto quelle esperienze didattiche di tipo innovativo che si fondano sulla creatività, la fantasia e l’espressività di docenti e alunni e che si concretizzano in esperienze di teatro, musica, recital, folklore, poesia ed arti plastico-figurative. In virtù della partecipazione del volontariato locale, si carica di ulteriore senso e si propone di far crescere negli studenti la consapevolezza che essendo cittadini attivi potranno essere protagonisti del cambiamento»».

I PROTAGONISTI DI RAGAZZI IN GAMBA 2018

Partecipano a Ragazzi in Gamba 2018 i seguenti istituti scolastici di Taranto: l’I.C. “XXV Luglio-Bettolo”, il Liceo Musicale “Archita”, l’I.C “Sciascia”, il 16° Circolo “Europa” plesso “Basile”, l’I.C. “Galilei”, e il Liceo “Vittorino da Feltre”; è da segnalare il “debutto” a Ragazzi in Gamba del C.P.I.A. CTP (Centro Provinciale Istruzione Adulti) di Taranto.

Nutrita anche la partecipazione di istituti scolastici della provincia jonica: il Liceo “Moscati” di Grottaglie, il Liceo “De Ruggieri” di Massafra, l’I.C. “Aldo Moro” di Carosino, l’I.C. “Giovanni XXIII” di Martina Franca, l’I.C. “Bonsegna-Toniolo” di Fragagnano, l’I.C. “Del Bene” di Maruggio, l’I.I.S.S. “Leonardo da Vinci” di Martina Franca, l’I.C. “Manzoni” di Lizzano, l’I.C. “Giovanni XXIII” di Palagiano, l’I.C. “Pignatelli” di Grottaglie, l’I.C. “De Amicis-Manzoni” di Lizzano.

Partecipano, inoltre, due scuole campane, l’I.C. “Trifone” di Montecorvino Rovella e l’I.C. “Ilaria Alpi” di Nocera Inferiore; nonché l’I.C. “Marconi-Oliva” di Locorotondo.

Tante, come detto, anche le organizzazioni di volontariato presenti con performance artistiche o con brevi momenti di sensibilizzazione: Moto Club “San Martino” e Nostra Signora di Lourdes – NSL di Martina Franca, Federconsumatori Taranto, Fattoria Amici “Dante Torraco”, AUSER Tamburi, Mister Sorriso – Volontari della gioia, Amici del presepio e Fidas Dosni Taranto.

Anche quest’anno a garantire la sicurezza dei tanti partecipanti alla manifestazione ci saranno i volontari delle organizzazioni attive nel campo del primo soccorso e della protezione civile: Comitato di Taranto della Croce Rossa Italiana, E.R.A. Manduria, Misericordia Lizzano, Nucleo Guardie Ambientali di Avetrana, S.O.S. Sava e Croce Verde Faggiano “Nunzio Ciaccia”.

Tarantoindiretta.it di Angelo Galasso, attraverso il gruppo social Scatta Taranto, organizza eventi per il territorio tarantino se vuoi sostenere le nostre attività e contribuire alla realizzazione puoi fare una semplice donazione.







Articoli Correlati