Politica 

Ilva, D’Amato (M5S): Collaborazione tra Taranto e Lille per riconversione industriale territorio

“Copiamo i modelli europei virtuosi. La riconversione industriale è già realtà a Lille che, come Taranto, era fortemente inquinata. Ho incontrato a Bruxelles il vicepresidente della Regione Hauts-de-France Philippe Rapeneau e abbiamo deciso di collaborare per condividere la loro esperienza all’avanguardia e promuovere la Terza rivoluzione industriale anche a Taranto. Questo è il futuro, nel Nord della Francia come nel Sud Italia”, afferma l’eurodeputata del Movimento 5 Stelle Rosa D’Amato, a margine dell’incontro con Philippe Rapeneau, vicepresidente della regione Hauts-de-France e responsabile per l’Energia e la Terza rivoluzione industriale. “La…

Leggi tutto
Economia 

Ilva: Fiom Taranto, trattativa in salita

“In sede ministeriale abbiamo espresso le nostre perplessità sulla cattiva gestione legata alla vendita del gruppo Ilva che ha mostrato, in più occasioni, molte ombre e poche luci sul futuro di un settore strategico per il nostro paese. La trattativa sindacale continua a essere in salita”. A renderlo noto è la Fiom Cgil di Taranto, ricordando che “la necessità di approfondire l’istruttoria sul dossier Ilva ha spinto l’Antitrust europeo a prendere più tempo: al momento è stato infatti rinviato al 23 maggio, prima di pronunciarsi sull’acquisizione di Ilva da parte di Am InvestCo. Inoltre, la trattativa sindacale non è ancora…

Leggi tutto
Territorio 

Ilva: Codacons chiede a Corte di Assise di sequestrare 7,2 milioni di euro alla famiglia Riva

Codacons convoca per mercoledì 21 marzo alle ore 13 davanti la Corte d’assise di Taranto una conferenza stampa per informare i giornalisti e i cittadini circa le nuove iniziative legali dell’associazione sul caso ILVA. Nello specifico l’associazione fornirà ai giornalisti due nuove istanze che saranno presentate alla Corte la mattina del 21 marzo, con cui le parti civili del processo e lo stesso Codacons chiedono ai giudici di disporre il sequestro conservativo presso la famiglia Riva di oltre 7,2 milioni di euro, nominando un custode per tali somme. La richiesta…

Leggi tutto
Territorio 

Mar Piccolo: verso l’oasi blu

Si è insediato il comitato tecnico scientifico, coordinato dal prof. Niccolò Carnimeo, ad esito di un percorso tecnico-amministrativo avviato dalla Direzione Ambiente Salute e Qualità della Vita, su impulso dell’assessorato competente, con l’obiettivo di istituire un’Oasi Blu nel golfo di Taranto per la protezione dei cetacei. “Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore all’ambiente, Rocco De Franchi, che ha presidiato questo primo importante incontro. “La tutela e la valorizzazione della biodiversità, ed in particolare dei cetacei del Golfo di Taranto- spiega il vicesindaco-rappresenta per l’amministrazione un importante traguardo ed un ulteriore…

Leggi tutto
Cultura 

24 e 25 marzo, Giornate FAI di Primavera: 11 i luoghi aperti a Taranto e provincia

Il 24 e 25 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera! Da 26 anni la più grande festa di piazza dedicata alla bellezza del nostro Paese, da scoprire e da proteggere. Sabato 24 e domenica 25 visita oltre 1.000 luoghi straordinari di tutta Italia insieme ai volontari del FAI. In provincia di Taranto sono 11 i luoghi che saranno aperti e visitabili grazie ai volontari del Fai: I Tesori mai visti del MarTa, Taranto; Masseria Palesi, Martina Franca; Torre Mattoni e lago Salinella, Marina di Ginosa; Fonte Pliniano, Manduria; Chiesa di San Pietro Mandurino, Manduria; Frantoio…

Leggi tutto
Politica 

Discariche di Massafra e Statte, D’Amato (M5s): “Impianti CISA sono a norma? La Regione chiarisca subito”

“Ho chiesto ad Arpa Puglia delucidazioni sullo stato degli impianti CISA di Massafra e Statte. La risposta è stata che l’ente ha inoltrato già nel 2017 alla Regione Puglia un documento relativo ai due impianti in cui si confermano ‘le non conformità anche potenziali, le criticità e le condizioni per il gestore già oggetto di segnalazione, tra le quali una inerente alle emissioni diffuse odorigene’. L’Arpa precisa anche che non può fornire ‘informazioni di dettaglio su atti inerenti all’accertamento di violazioni ambientali con rilevanza penale’. Dunque, è alla Regione che torno a…

Leggi tutto
DALL'ITALIA 

Ilva: Ricorsi contro AIA; Codacons, Tar Lecce invia atti al Lazio

Prendiamo atto della decisione dei giudici di Lecce di trasferire il procedimento sull’Ilva al Tar del Lazio, e porteremo in questa nuova sede la nostra azione a tutela dell’ambiente, di Taranto e dei cittadini – commenta il Codacons. Riteniamo in ogni caso che in materia ambientale debbano decidere i giudici del luogo dove si sono verificati i danni, perché solo la giustizia del territorio può essere in contatto diretto con le parti lese e verificare con immediatezza la situazione di distruzione di fauna e flora – prosegue l’associazione – Attendiamo…

Leggi tutto
Territorio 

Ilva: Codacons, oggi al Tar tentativo di spostare processo a Roma

Abbiamo assistito oggi ad una sfilata di tentativi di spostare il processo a Roma, richieste che saranno sicuramente contrastate dal tribunale – spiega l’associazione – Il Codacons, presente in udienza con il suo presidente nazionale Carlo Rienzi, ha ricordato che in materia ambientale l’articolo 316 del Codice dell’ambiente prevede che a giudicare siano proprio i TAR del luogo dove il danno ambientale si è verificato. Questo perché soltanto la vicinanza alle problematiche relative ai danni subiti dai cittadini, dalla flora e dalla fauna, può aiutare a capire il dramma che…

Leggi tutto
Territorio 

Ilva: Codacons si oppone a trasferimento del processo a Roma

L’industria e il Governo tentano di strappare al TAR di Lecce il giudizio sull’ambiente tarantino e portarlo nelle più sicure aule di Roma. Lo afferma il Codacons, che si oppone al trasferimento del processo Ilva da Lecce al Tar del Lazio. Il procedimento deve rimanere a Lecce e in tal senso interverremo domani in udienza al Tar per chiedere il rigetto delle assurde richieste presentate dai difensori Ilva, oltre che la condanna alle spese per la rinuncia alla sospensiva – spiega l’associazione – I giudici dovranno inoltre pronunciarsi sulla richiesta…

Leggi tutto
Territorio 

WWF Italia, Di nuovo al fianco del “popolo inquinato” di Taranto

Il WWF Italia – si legge nel sito dell’associazione – sarà ancora una volta a fianco dei cittadini di Taranto, con un intervento “ad adiuvandum” nel ricorso del Comune. L’associazione partecipa a questo ricorso per la difesa dei più importanti e preziosi beni e valori costituzionali: la tutela della salute e dell’ambiente. Il WWF Italia, i volontari del WWF Puglia e di Taranto da anni svolgono attività di denuncia per la situazione di grave inquinamento insieme ad azioni di tutela per le aree naturali presenti nel territorio e che devono essere…

Leggi tutto