DALL'ITALIA 

Sputare sul manifesto che ritrae Matteo Salvini non è reato

Il gip del tribunale di Torino ha accolto la richiesta di archiviazione formulata dalla procura che ha indagato su un episodio accaduto il 9 febbraio un 26enne, residente a Villastellone, che aveva sputato su un manifesto che ritraeva il vicepremier Matteo Salvini.

Il giovane era stato denunciato per vilipendio a un organo dello stato da uno dei militanti della Lega che aveva chiamato i carabinieri. Secondo il giudice, però, per tal gesto non esiste alcun tipo di reato perché rivolto all’uomo e non al ruolo che in quel momento ricopre Matteo Salvini, e dunque non all’incarico di ministro dell’Interno.



Articoli Correlati