Cronaca 

Si addormenta sul bus e salta la sua “fermata”. Inveisce con il conducente pretendendo di essere riaccompagnato. Denunciato

Nella serata di ieri, la Volante del Commissariato di Manduria è intervenuto, presso il capolinea dell’azienda locale di autotrasporti, per soccorrere un dipendente che svolge attività di autista.

Il conducente aveva segnalato un giovane in forte stato d’agitazione.

I poliziotti hanno accertato che l’uomo era salito a bordo dell’autobus a Lecce, destinazione San Pancrazio Salentino, e si era addormentato saltando di fatto la sua destinazione.

Il giovane, poi identificato in un 22enne originario della provincia leccese, svegliandosi a distanza di qualche minuto quando il mezzo pubblico era già giunto ad Erchie, ha preteso in malo modo di essere riaccompagnato indietro.

Solo la paziente opera di persuasione dell’autista, con la promessa che appena arrivati al capolinea lo riavrebbe riportato a San Pancrazio S., ha permesso di terminare la corsa dell’autobus ed arrivare finalmente a Manduria.

Arrivati al capolinea, il giovane ha intuito che il conducente non avrebbe potuto mantenere la sua promessa ed è andato su tutte le furie minacciandolo e danneggiando a calci e pugni un’auto in sosta.

I poliziotti intervenuti sono riusciti a fermare il ragazzo che è stato poi accompagnato negli Uffici del Commissariato.

Nonostante il comportamento poco collaborativo, il 22enne, che nonostante la giovane aveva già a suo carico numerosi precedenti penali, è stato identificato e denunciato in stato di libertà per minacce ad incaricato di pubblico servizio ed interruzione di pubblico servizio.

Articoli Correlati