Spettacoli 

Rita Pavone, New Trolls, Voci bianche e Orchestra della Magna Grecia per l’omaggio a Bacalov a Taranto

Il concerto-dedica al grande compositore raccontato dall’autore e regista Giorgio Verdelli al Teatro Orfeo di Taranto



L’energia di Rita Pavone e Vittorio De Scalzi dei New Trolls, la voce narrante dell’autore e regista Giorgio Verdelli, il coro di voci bianche delle scuole di Taranto e l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Piero Romano daranno vita a un progetto unico come “Indimenticabile Luis” mercoledì 30 gennaio al Teatro Orfeo di Taranto (ore 21). Il prossimo appuntamento con “Eventi Musicali” è un concerto-evento per ricordare Luis Bacalov, grande musicista, compositore e direttore d’orchestra, che l’ICO omaggia dopo averlo avuto come direttore principale per ben 12 anni. INDIMENTICABILE LUIS, è il titolo di un omaggio, l’omaggio ad un grande musicista completo che prima di scoprirsi autore di celebri canzoni e celebri colonne sonore, è stato fra i pochi arrangiatori pop delle musica Italiana nel grande periodo della RCA. Regina della serata Rita Pavone, fra gli esponenti più indicativi riguardo l’espressione artistica di Luis Bacalov. Si racconterà l’ecletticità del Maestro Bacalov che ha scritto musiche per i bambini, musica pop, musiche da film, musica rock e musica sinfonica. Partendo dalla celebre canzone “Ci vuole un fiore” scritta in collaborazione con Sergio Endrigo, sino a “Questo nostro amore”, “La Partita di Pallone”, “Il ballo del mattone”, “Auguri a te” ed ancora il “Concerto grosso” dei New Trolls oltre alle splendide musiche da film intramontabili.

L’arrangiamento per l’orchestra è a cura di Sandro Di Stefano, anch’egli compositore di musica per il cinema USA, noto al grande pubblico Italiano per le sue innumerevoli musiche originali per Alberto Angela, Rai e per le collaborazioni con Vanoni, Bennato, Lavezzi. Il M° DI Stefano ha innescato un gioco molto divertente con il pubblico, nascondendo all’interno delle canzoni altre celebri melodie con un grado di affinità e parentela assai elevato. Così sarà possibile ascoltare, ad esempio, “W la pappa al pomodoro”, accompagnata dalle note cardine del Pinocchio di Comencini (musica di F. Carpi), mentre entrambi godono casomai della presenza dell’Aria del Barbiere di Siviglia di G. Rossini, la quale invece di melodia esposta accetta essere al servizio di altre melodie. Oppure sarà divertente assaporare “Ci vuole un fiore” di Sergio Endrigo, mentre viene accompagnata da “Isn’t she lovely” di Stevie Wonder. Altro gioco stilistico su “che mi importa del mondo”, strutturato in modo che l’orchestra sinfonica diventi una Big Band di Americana memoria. La musica e la figura di Bacalov saranno raccontate da Giorgio Verdelli, autore, regista e produttore di documentari e programmi musicali, tra i maggiori esperti di musica internazionale, vincitore del Nastro D’argento 2018 per il documentario “Il Tempo Resterà” dedicato a Pino Daniele. Rita Pavone, celebre cantante e attrice ha pubblicato i suoi dischi in tutto il mondo, incidendo in sette lingue diverse ed è una delle otto cantanti pop italiane ad essere entrate in classifica in Gran Bretagna.. Per l’occasione canterà: Che m’importa del mondo, Lui, Solo tu, Che senso ha, Questo nostro amore, Cuore, Auguri a te, Geghegè. Vittorio De Scalzi, cantante, polistrumentista e compositore italiano è fondatore del gruppo musicale rock progressivo New Trolls. Autore di molte canzoni di successo della band (da Visioni a Una miniera, a Quella carezza della sera), ha composto anche canzoni per Mina e per Ornella Vanoni. In qualità di tastierista e cantante dei New Trolls ha partecipato a sette edizioni del Festival di Sanremo. Nel corso della serata De Scalzi con il resto della band eseguirà Concerto Grosso per i New Trolls n.1 (Bacalov).


Il coro di voci Bianche è composto da circa 60 elementi provenienti dagli istituti comprensivi del territorio: XXV luglio – Bettolo, Renato Moro e scuola Alessandro Volta. I ragazzi accompagneranno Rita Pavone in alcuni brani e canteranno: Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte, Viva la pappa col pomodoro, Ci vuole un fiore. L’Orchestra della Magna Grecia sarà diretta dal Maestro Piero Romano, ideatore, fondatore e direttore artistico dell’ICO dal 1993. Come direttore d’orchestra ha collaborato con Aldo Ciccolini, Stefano Bollani, Raphael Gualazzi, Mischa Maisky, Amii Stewart, Lucio Dalla, Uto Ughi, A. Gavrilov, Mariella Devia, Ray Chen, Milva, Albano, Gino Paoli, Gregory Porter, Vladimir Davidovič Aškenazi, Noa, Dee Dee Bridgewater, Renzo Arbore, Serena Autieri, Tony Hadley, Beppe Fiorello, Andrej Vladimirovič Gavrilov. Il concerto terminerà con un gran finale dedicato alle colonne sonore di Bacalov, tra cui l’immancabile Postino.

Per informazioni e biglietti: a Taranto presso Orchestra della Magna Grecia, in via Tirrenia n.4 (099.7304422) – via Giovinazzi 28 (cell. 392.9199935). Basile Strumenti Musicali, Taranto, via Matteotti 14 (099.4526853)



Articoli Correlati