DALL'ITALIA 

Previsioni Meteo, clima più mite e piogge per Ferragosto, calo delle temperature di 8°C al Sud

Cambia tutto per la festività di Ferragosto. I centri di calcolo mondiali avevano ampiamente delineato da giorni una sostanziale modifica dell’assetto barico in approssimazione alla festività clou dell’estate. A un promontorio possente di alta pressione subtropicale a cuore caldo, succederà, anzi sta già succedendo al Nord e parte del Centro, un cavo d’onda instabile di matrice atlantica che porterà aria completamente diversa, da quella infuocata nordafricana, fino alle regioni estreme meridionali, entro Ferragosto.

Dunque ultime ore di clima infuocato sulle aree centro meridionali poi, da domani, il flusso mite atlantico invaderà un po’ tutto il Paese da Nord a Sud, comportando una maggiore instabilità anche verso le regioni centro-meridionali.

Secondo il portale MeteoWeb per la vigilia di Ferragosto, le correnti più miti anche più umide di matrice oceanica avranno conquistato tutta l’Italia da Nord a sud. Un mercoledì di Vigilia, quindi, caratterizzato da più nubi sin dal mattino su gran parte del territorio, magari meno sulle aree tirreniche centrali e sulla Sardegna, sulla Sicilia sui settori alpini e prealpini più settentrionali e sul Nordovest, specie su Piemonte. Insieme alle nubi irregolari saranno possibili addensamenti e locali piogge già al mattino e per il corso della giornata, su tutte le aree circoscritte in verde in cartina. Naturalmente in buona parte si tratta di piogge o anche locali temporali a carattere irregolare, quindi a incidenza localizzata, non certamente a tappeto.

Un rilievo, però, va fatto per le aree evidenziate in colore rosso, ossia sulla Romagna, essenzialmente anche verso Nord Umbria, Nord Marche, poi sul Nord della Puglia e sulla Lucania, settori sui quali saranno possibile addensamenti più intensi, quindi con rischio di  rovesci o temporali anche forti, specie verso metà-tarda mattinata o ore centrali.  Tempo più asciutto e soleggiato sul resto dei settori, salvo un po’ di nubi irregolari e qualche addensamento, mediamente innocuo.

Per la giornata festiva è atteso un generale miglioramento del tempo su gran parte del Paese, specie aree centro-meridionali, poiché i livelli termici verticali vanno in qualche modo livellandosi, per ingresso di aria più fresca anche alle quote medio-basse. Il tempo si presenta generalmente stabile soleggiato al  Centro Sud, salvo una diffusa parziale nuvolosità e qualche addensamento sui rilievi. Questi in linea di massima non produrranno fenomeni degni di nota se non qualcuno più apprezzabile sui rilievi calabresi su quelli appenninici settentrionali tra il Levante ligure, l’alta Toscana e l’Ovest Emilia.

Va evidenziata, invece, una più accesa instabilità su Alpi e Prealpi, dove l’incentivo orografico e un flusso più umido occidentale, daranno luogo a nubi cumuliformi più intense e diffuse, associate a rovesci o temporali sparsi, anche localmente forti tra Nordest Lombardia e Alto Adige occidentale.

Le temperature sono attese in calo un po’ ovunque, meno apprezzabile in questi due giorni al Centro Nord, dove il calo più evidente si avrà già in queste ore. Sulle regioni meridionali, però, i termometri crolleranno anche nell’ordine di 7/8°C, localmente anche oltre, entro Ferragosto.

I valori termici torneranno tutti in media o anche localmente 2/3°C inferiori alla media. Temperature massime attese sui +28°C/+34°C tra le regioni tirreniche e quelle meridionali e insulari, qualche punta oltre fino a +36°C/+37°C mercoledì di vigilia sulle aree interne orientali siciliane. Valori massimi compresi mediamente tra +26°C e +29°C sulle pianure del Nord e sul medio-alto Adriatico. (FONTE Meteoweb.eu)





0Shares

Articoli Correlati