Eventi 

Il Distretto Urbano Del Commercio festeggia San Valentino con l’evento “Martina Mon Amour”

E’ stata presentata a Palazzo Ducale l’iniziativa “Martina Mon Amour” ideata dal Distretto Urbano del Commercio, l’associazione che racchiude in un’unica sigla Comune di Martina Franca Confcommercio e Confesercenti che ha, tra gli obiettivi, quello di rivalorizzare il settore del commercio favorendo la collaborazione fra gli stessi operatori commerciali.

Presenti il Sindaco Franco Ancona, il presidente del Duc Roberto Massa, l’Assessore allo Sviluppo Economico Bruno Maggi con i suoi colleghi Antonio Scialpi e Tiziana Schiavone e i consiglieri comunali Alba Lupoli, Angelita Salamina e Giuseppe Cervellera e i rappresentanti dei comitati dei commercianti (Corso Messapia & dintorni, Viale della Libertà e Centro Storico).


In queste giornate, sino al 24 febbraio, le vie dello shopping saranno invase dalla più romantica tra le frasi d’amore: T’AMO. “Martina Mon Amour”, l’evento che celebra la delicatezza dei sentimenti, porterà domenica 17 febbraio, dalle ore 18.00, artisti e poeti lungo Viale della Libertà, Corso Messapia e nel Centro Storico della città.

L’azione di arredo urbano che celebra i buoni sentimenti nel mese dedicato agli innamorati, rientra tra le azioni del DUC Martina Franca che – come  ha sottolineato il presidente Roberto Massa “mira ad attivare un processo di riappropriazione, in termini culturali e di identità, del centro urbano della città come luogo riconosciuto e riconoscibile della propria storia, offrendo nuovi stimoli di fruizione turistica e commerciale. Ripensare gli spazi comuni della città, valorizzare il commercio di vicinato, creare una rete tra Amministrazione Pubblica e operatori commerciali, attuare azioni che destagionalizzino la proposta turistica: lungo questo solco trova spazio Martina Mon Amour, la prima iniziativa di animazione delle Vie del Commercio attuata dal DUC Martina Franca”.

Fare rete deve continuare ad essere il nostro motto – ha evidenziato con soddisfazione la consigliera comunale Alba Lupoli – il Distretto Urbano del Commercio è un esempio concreto di sinergia pubblico-privato mentre i comitati dei commercianti sono un esempio virtuoso di cittadinanza attiva; le pratiche producono sempre risultati importanti e la nuova avventura di Martina Mon Amour si inserisce in questo solco.”

“Con un pizzico di ambizione, che non guasta mai, vogliamo che Martina diventi un modello di marketing territoriale:”- sottolinea Bruno Maggi – “ E’ finita l’era dell’individualismo, tutti noi dobbiamo capire che se non si cresce insieme, saremo schiacciati da sistemi più grandi di noi che non possiamo governare. Per questo, continueremo anche nei prossimi mesi a dare vita ad altre iniziative di comunicazione partecipativa.”

Corso Messapia, Viale della Libertà e il Centro Storico sono state così “vestite” della magia dell’amore, con installazioni sospese nel cielo dal forte impatto emotivo: una dichiarazione che omaggia non solo San Valentino, la festa degli innamorati, ma anche l’intera città. Parte di queste installazioni, purtroppo, sono state smontate, per poi essere rimontate in occasione del 17 febbraio, per motivi di sicurezza a causa delle forti raffiche di vento.

Per la comunicazione di #MartinaMonAmour si è scelto di seguire una filosofia rispettosa dell’ambiente e con rifiuti zero: nessun manifesto, locandina o volantino, ma una intensa comunicazione che viaggia sul web e sui social anche grazie all’azione virale delle installazioni (gli hashtag ufficiali dell’evento: #MartinamonAmour e #ducmartinafranca).

Di seguito il programma degli eventi:

Proprio domenica 17 febbraio, Martina Mon Amour prenderà vita, dalle ore 18 sino alle 21, lungo le tre Vie del Commercio con un programma di piccole e delicate performance artistiche: un’occasione per fare shopping – data l’apertura straordinaria di tutti i negozi –  ma anche per sognare, celebrare la potenza dei sentimenti e della passione in una sorta di battaglia culturale contro il disincanto, il cinismo e la disillusione.

Il programma dettagliato prevede “L’attacco di poesia collettiva” curato da Nicola Masciullo  (Corso Messapia h. 19.15, Centro Storico h. 20.15): un attore, un libro di poesie e un foglio su cui contribuire con un proprio verso. Nicola Masciullo leggerà alcune delle più famose poesie d’amore per poi invitare passanti, innamorati e poeti a scrivere un solo verso, purché d’amore, così da comporre una poesia collettiva. A pochi passi di distanza, si potrà scoprire la “Poesia di strada” di Silvestro Sentiero (Viale della Libertà h. 18.15; Corso Messapia h. 19.15, Centro Storico h. 20.15): un frak, un leggio e un uomo dall’aspetto etereo, dolce e romantico. Durante la sua performance, la gente si ferma curiosa e lui, muovendo febbrilmente la penna su di un foglio, regala versi improvvisati di rara bellezza. Non mancherà la musica con le “Serenate d’amore” dei Les oiseaux de passage (Viale della Libertà h. 18.15; Corso Messapia h. 19.15, Centro Storico h. 20.15): un po’ romantici, un po’ anarchici, (quasi) sempre melodici, questo duo composto da Domenico Lapolla e da Emmanuel Ferrari (ex- Troublamours) propone creazioni  originali e altri brani del cantautorato francese (Brassens, Gainsbourg, Piaf) per poi prendere il treno verso l’Europa centrale e la musica Yiddish e alla fine fermarsi sotto il sole  delle strade italiane (Nino Rota, arie tradizionali e popolari del sud) per riscaldarsi le piume.

E ancora, Martina Mon Amour è anche ri-scoperta della propria città attraverso la “Passeggiata Urbana” guidata da Antonio Serio, che condurrà i cittadini in un percorso che attraversa la città e il suo centro storico, alla scoperta di storie d’amore e luoghi romantici. La partenza della visita guidata è prevista alle ore 18.00, in Viale della Libertà, altezza Emporium.

Dalle ore 18.00, sempre in Viale della Libertà, inoltre, verrà allestito un Photo Booth per scattare e stampare foto da regalare ai passanti che si lasceranno ritrarre.

E ancora, in tutte e tre le Vie del Commercio, ci si potrà imbattere in una romantica installazione d’amore: uno scrittoio che custodisce delle pietre levigate e piccole, come le cose preziose. Su ciascuna una parola d’amore. Da prendere. E fare propria. Senza dimenticare di donarne un’altra. Per ogni piccola pietra presa, se ne potrà trovare un’altra così da mettere in circolo nuove parole del cuore. Una vera e propria installazione d’amore.

Infine, alle 20.00, presso il Coro della Basilica di San Martino, l’incontro “Gesti e immagini d’amore”: Don Franco Semeraro dialoga con l’Arcivescovo di Tours, Mons. Bernard Aubertin.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Per info: 329/6658408

Per aggiornamenti sul programma e ulteriori informazioni visitare le pagine social (Facebook e Instagram) DUC Martina Franca.


Articoli Correlati