Territorio 

Guida blu 2019: Tra i mari più belli d’Italia entra anche Pulsano

E’ stata presentata questa mattina a Bari la “Guida Blu 2019 – Il mare più bello” di Legambiente e Touring Club Italiano, che premiano interi comprensori turistici. Come ogni anno viene assegnato il riconoscimento delle 5 vele alle località più belle d’Italia che si affacciano sul mare o sui laghi. La Puglia si colloca in terza posizione alle spalle di Sardegna e Sicilia.

5 vele per il comprensorio turistico dell’Alto Salento Jonico con i comuni di Nardò, Gallipoli, Porto Cesareo e Racale e i comprensori turistici della Costa del Parco Agrario degli Ulivi Secolari (Carovigno, Ostuni, Fasano, Monopoli e Polignano a Mare) e dell’Alto Salento Adriatico (Otranto, Melendugno e Vernole).

4 vele al Basso Salento Adriatico (che comprende Castro, Andrano, Diso, Tricase e Santa Cesarea Terme), Gargano Sud (Mattinata, Vieste, Monte Sant’Angelo), Litorale Tarantino Orientale (Manduria, Maruggio e Pulsano), Isole Tremiti; 3 vele al Basso Salento Ionico (Salve, Ugento), Capo di Leuca (Patù, Castrignano del Capo, Gagliano del Capo), Gargano Nord (Chieuti, Lesina, Peschici, Sannicandro Garganico, Ischitella, Rodi Garganico, Vico del Gargano) e Golfo di Taranto (Ginosa e Castellaneta); 2 vele alla Costa della Puglia Imperiale (Margherita di Savoia, Giovinazzo, Trani, Bisceglie).

I parametri presi in considerazione per l’assegnazione delle vele sono la qualità delle acque di balneazione, l’efficacia della raccolta differenziata dei rifiuti, la gestione delle risorse idriche, la presenza di aree pedonali, l’efficienza dei servizi, la valorizzazione del paesaggio e delle produzioni locali. (arch. fotografico – Foto di Marco Scarnera)


0Shares

Articoli Correlati