DALL'ITALIA 

Global strike for future. Emiliano sulla mobilitazione dei giovani per salvare il pianeta

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, con riferimento alla mobilitazione dei giovani in difesa dell’ambiente, da Greta Thunberg alle manifestazioni di domani 15 marzo, dichiara:

“Il futuro del Pianeta si decide oggi. E non c’è altro tempo da perdere. Il messaggio di Greta Thunberg è la voce di una intera generazione di giovani che chiede ai governi del mondo di tutelare l’ambiente e quindi la vita degli esseri umani.

Qui in Puglia ci stiamo battendo da tre anni contro tutto e tutti per tutelare ambiente e salute messi a rischio da continue minacce.

Per difendere il nostro mare abbiamo promosso un referendum contro le trivellazioni nell’Adriatico e nello Ionio. E ogni volta che ci riprovano da Roma a cercare qui il petrolio la nostra reazione è durissima.

Sosteniamo da sempre che l’Ilva non può assolutamente funzionare così com’è, a carbone, perché il carbone inquina e uccide. Se il Governo ha deciso di lasciarla aperta, noi ci battiamo per l’immediata Decarbonizzazione della fabbrica, nonché per l’eliminazione dell’immunità penale per chi la gestisce.

Tuteliamo in ogni sede la nostra regione dalle grandi opere che danneggiano il territorio, come il caso del TAP che ci viene imposto su uno dei nostri tratti di costa più pregiati.

Vogliamo liberare le nostre spiagge dalla plastica, per salvare l’ecosistema marino: per questo abbiamo fatto una ordinanza regionale che ne vieta l’utilizzo optando per materiali ecocompatibili.

Stiamo portando la nostra Regione a gestire in maniera corretta il ciclo dei rifiuti, per ridurne al minimo l’impatto. Abbiamo iniziato – grazie a nuovi moderni impianti – a riutilizzare le acque reflue (fogna): prima la purifichiamo e poi la usiamo in agricoltura o per usi industriali. Non sprechiamo risorse idriche e tuteliamo la purezza del nostro mare, che infatti è il più blu di Italia.

Sentiamo sulla nostra pelle le parole di Greta che oggi, finalmente, riecheggiano sui media del mondo, perché raccontano  le nostre battaglie, quelle che combattiamo contro i nostri stessi governi, contro la becera propaganda dei potenti di turno, contro la disinformazione di massa.

Se ne sono accorti in Europa dell’impegno della Regione Puglia per la tutela dell’Ambiente e per questo ho avuto l’onore e la responsabilità di redigere il parere sulla prossima Direttiva sul Clima per conto del Comitato delle Regioni europee.

Sembrava solo una piccola voce la nostra, esattamente come quella di Greta. Ma oggi queste sensibilità si ritrovano unite da un capo all’altro del continente e porteranno domani in piazza milioni di persone. Per la nostra Terra, per i nostri figli, per le generazioni che verranno. Noi ci siamo”.



Articoli Correlati