Politica 

Depuratore Manduria-Sava. M5S: “Finalmente una data certa per l’inizio dei lavori. Vigileremo perché la Regione mantenga gli impegni presi”

“Finalmente pare ci sia una data certa per l’inizio dei lavori del depuratore consortile di Manduria – Sava. Un’opera che i cittadini dei due comuni tarantini attendono da decenni e la cui mancanza ha portato anche ad una procedura d’infrazione da parte dell’Unione Europea”. Lo dichiarano i consiglieri del M5S Marco Galante e Cristian Casili a margine dell’audizione della Dirigente del “Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio” Barbara Valenzano, del Responsabile Unico del Procedimento dott.ssa Riccio e del Sindaco del Comune di Sava, in merito all’aggiornamento sullo stato dell’opera.

Tutti gli auditi dichiarano i pentastellatihanno ribadito come il progetto che sarà eseguito a breve non preveda alcuna condotta sottomarina,  e neanche uno scarico a mare emergenziale e che l’unica autorizzazione mancante è quella inerente il recapito finale dei reflui, che sarà presentata successivamente da AQP. Ma hanno anche sottolineato che ciò non pregiudicherà l’inizio dei lavori. Non abbiamo mai nascosto le perplessità circa il sito in cui sorgerà il depuratore, vista la vicinanza con le Marine e con l’abitato, ma riteniamo non si possa aspettare ancora per un’opera fondamentale per la salvaguardia della salute dei cittadini. Come abbiamo sempre sostenuto e affermato in tutti questi anni, la nostra intenzione – concludono – è quella di vigilare affinché il Governo regionale mantenga i propri impegni e il progetto abbia il minor impatto visivo e olfattivo sull’ambiente circostante”.(foto archivio generica)



Articoli Correlati