Sport 

Cus Jonico Taranto: rimonta e vittoria con Francavilla!

5ª giornata campionato serie C Gold: dopo l’intervallo il cuore rossoblu ribalta il match contro il “Villa”: oltre i soliti Dusels e Simaitis, sono Pannella e Bitetti i grandi protagonisti!

CUS JONICO TARANTO – BASKET FRANCAVILLA 82-74

Cus Jonico Basket Taranto: Martignago 8, Carenza ne, Bitetti 8, Simaitis 11, Dusels 23, Giovara 20, Pannella 11, Massagli ne, Baraschi 11, Mastropasqua. All: Caricasole.

Francavilla Basket 1963: Argentiero 14, Dison 16, D. Mazzarese 9, Mihaylov 13, Sirena 10, Calò 6, Eletto ne, M. Mazzarese 2, Serpentino ne, Iaia 4. All. Vozza.

Parziali: 16-21, 36-46, 59-63; Arbitri: Maurizio Ceo di Bari e Mario Stanzione di Molfetta. Usciti per falli: Bitetti (T) e Mihaylov (F); Spettatori: 600.

Le vittorie sofferte sono quelle più belle specie quando arrivano con il cuore. Quello del Cus Jonico Basket Taranto capace di ribaltare il match contro il Basket Francavilla vinto in casa al Palafiom per 82-74 nella quinta giornata del campionato di serie C Gold. Una partita che sembrava avviata verso la via Appia con gli ospiti avanti anche di 15 a inizio terzo quarto sotto la spinta di Argentiero (14) e Dison (16) ma che i rossoblu hanno saputo rimontare. E nel giorno in cui mancava Tabbi, e c’era una rotazione in meno, ecco che affianco ai soliti Dusels 23, Giovara 20, Simaitis e Baraschi 11, diventare assoluti protagonisti Martignago, alla sua prima nello starting five (8pti) e dalla panchina Pannella (8) e Bitetti (11) che hanno trascinato i compagni, e il pubblico, in alcuni tratti del match.

Coach Caricasole deve quindi rinunciare a Tabbi promuovendo in quintetto Martignago con Baraschi, Giovara, Dusels e Simaitis. Respira aria di casa coach Beppe Vozza che parte con Mazzarese, Dison, Argentiero, Sirena e Mihaylov.

Partenza bruciante degli ospiti avanti 7-0 trascinati dai 5 punti di Mihaylov. Dusels prova a scuotere subito Taranto con una schiacciata e un altro canestro in contropiede ma Francavilla resta davanti e allunga con un paio di canestri di Sirena che sul 13-4 costringono coach Caricasole al timeout. Che sortisce effetto sui rossoblu: Dusels e Simaitis rimettono Taranto in partita con una tripla ciascuno per il -3. Francavilla che però resta davanti con un paio di iniziative di Dison e la tripla di Argentiero, Cus che nel finale pesca dalla panchina e trova in Bitetti una buona rotazione e 4 punti per il 16-21 del primo quarto.

Con Pannella e Martignago il Cus Jonico torna a -3 prima di essere ricacciato a -6 dalla tripla di Calò. Ancora dalla distanza, Argentiero chiama e Giovara risponde poi Martignago stoppa l’ex Iaia e in contropiede Giovara infila il 27-31. Ma la differenza la fanno i tiri da tre, specie quelli Argentiero, due di fila a segno che fanno pendere la bilancia a favore di Francavilla che vola a +10 vantaggio conservato fino all’intervallo 36-46.

Francavilla parte forte anche a inizio terzo quarto con Mihaylov e Dison che segnano un paio di canestri per il massimo vantaggio ospite a +15. Il Cus reagisce, Martignago si mette a dominare il pitturato e Baraschi segna un paio di canestri in fila con tanto di tripla che riconsegna il break con gli interessi, 48-55. Finalmente Cus sulle ali dell’entusiasmo, anche il Palafiom risponde presente sulla tripla di Simaitis del -3 e sul canestro in transizione di Dusels che pareggia i conti sul 53-53. Si gioca allora punto a punto e solo nel finale di quarto un paio di circolazioni sbagliate offrono a Iaia e Dison i canestri per il 59-63 Villa.

L’ultimo quarto si apre con la tripla di Pannella del -1 ma sul più bello Taranto si incarta concedendo il fianco, i due Mazzarrese puniscono i rossoblu che in un amen si trovano sotto 62-70 e costretti a un altro timeout. Giovara ne esce rigenerato, una tripla e 5 punti per il -3. Il nuovo pareggio 70-70 lo firma un indemoniato Pannella da tre, quindi il primo sorpasso in assoluto di Taranto con un libero di Bitetti prologo al canestro in arresto e tiro di Giovara per il +3. Non è finita, Dusels realizza il 77-72 a due minuti dalla fine. Nel convulso finale Mihaylov riapre la partita con il canestro del -3 ma poi sfonda Baraschi con la palla del possibile pari. Dall’altra parte Giovara vola a correggere un tiro di Simaitis e la retina gli porta in dota il nuovo +5 che sa di vittoria.  È lo stesso Giovara, dopo un libero di Dusels, a mettere il punto esclamativo sulla sua di partita e su quella del Cus Jonico che può fare festa con il pubblico del Palafiom.

Tra sette giorni si torna in trasferta, si va a Ceglie dall’ex coach Putignano. Ma ora è giusto godersi questo bel successo arrivato dopo il brutto scivolone di Ostuni. (foto Aurelio Castellaneta e Vito Massagli)

Articoli Correlati