Cultura 

Presentato il progetto fotografico realizzato a Taranto dal titolo “Wunderbar Taranto”

È stato presentato presso la Camera di Commercio di Carrara il progetto fotografico realizzato a Taranto dal titolo “Wunderbar Taranto” che ha visto protagonista la ballerina tarantina Roberta Di Laura. Il progetto, realizzato nell’aprile scorso grazie agli scatti del tedesco René Bolcz e alla preziosa collaborazione di Giuseppe Loconte nell’individuazione dei luoghi chiave della città, è stato preso come modello ispiratore per il progetto “Culture Moves” della Fondazione Sistema Toscana insieme al “Travelling Ballerina Project” con protagonista sempre l’artista tarantina.  Roberta Di Laura, nata a Taranto nel 1992, ballerina professionista,…

Leggi tutto
Cultura 

Chicche di Tarantinità, scopriamo il termine ” Criànzɘ “

Prosegue la rubrica di Tarantoindiretta, alla ricerca dello studio etimologico dei termini tarantini, nel rivalorizzare e riscoprire parole e detti usati o ancora in uso nella parlata della nostra città. Il termine che analizziamo oggi è Criànzɘ. Criànzɘ (DCEDT) femminile, usato nei vari significati di garbatezza, educazione, gentilezza, complimento; sostentamento verso i propri genitori. Ispanismo da crianza deverbale da criar nel suo antico significato di “allevare, crescere, educare”.   La parola appartiene ai termini tarentini ca ancora sɘ díčɘnɘ.

Leggi tutto
Cultura 

Chicche di Tarantinità, scopriamo il termine ” Ruècchelɘ “

La redazione di Tarantoindiretta, sempre alla ricerca dello studio etimologico dei termini tarantini, oggi riscopre  uno dei termini più ricorrenti nella nostra città. Il termine che analizziamo è  Ruècchelɘ. Ruècchelɘ (DCEDT, Gentile, Acquaviva, VDS) maschile, rocchio, torso del cavolo, fusto e radice del cavolo; in senso figurato persona stupida, sciocco, ossia štuèdɘchɘ. Da broccolo, con l’aferesi della b- e la dittongazione della –o- tonica. De Vincentiis e Rohlfs registrano il termine ruèccolɘ, che corretto per l’affievolimento delle finali deboli in parola sdrucciola. La parola appartiene ai termini tarentini ca ancora sɘ díčɘnɘ.…

Leggi tutto
Cultura 

Studiare all’estero durante il liceo: incontro gratuito a Taranto

WEP, organizzazione internazionale che promuove scambi culturali e linguistici nel mondo, presenterà a Taranto i Programmi Scolastici dedicati agli studenti di scuola superiore che desiderano trascorrere un trimestre, un semestre o un anno scolastico all’estero. L’incontro si svolgerà giovedì 17 gennaio a partire dalle 15:00 presso Salone degli Specchi di piazza Municipio, 6.   La giornata, gratuita, si rivolge a tutti gli studenti interessati a trascorrere parte della loro carriera scolastica all’estero, imparando in modo approfondito la lingua del posto, tipicamente l’inglese, ed entrando in contatto con una diversa realtà…

Leggi tutto
Cultura 

Chicche di Tarantinità, scopriamo il termine ” Annangátɘ “

Continua la rubrica di Tarantoindiretta, alla ricerca dello studio etimologico dei termini tarantini, nel rivalorizzare e riscoprire parole e detti usati o ancora in uso nella parlata della nostra città. Il termine che analizziamo oggi è  Annangátɘ. Annangátɘ (DCEDT, De Vincentiis, VDS) aggettivo, così di chi è particolarmente avaro delle proprie cose. Dal greco anànke ‘necessità’, ‘bisogno’, che, passato al latino, conservò i significati di ‘abbisognare’, ‘avere necessità’ e, successivamente, per estensione, significò ‘avido, avaro, tirchio’. La parola appartiene ai termini tarentini ca ancora sɘ díčɘnɘ. Tagga le tue foto di…

Leggi tutto
Cultura 

La ballerina tarantina Di Laura si riconferma membro CID UNESCO

Anche per il 2019 la ballerina tarantina Roberta Di Laura si è riconfermata “Membro del Consiglio Internazionale della Danza” di Parigi, la massima organizzazione a livello mondiale per tutte le forme di danza riconosciuto dall’UNESCO. L’ingresso della giovane nel prestigioso direttivo risale al Luglio 2013 dopo selezione tramite curriculum. Grazie alla nomina ricevuta, l’artista tarantina ha ottenuto la possibilità di offrire una certificazione internazionale ai suoi allievi e di partecipare ai Congressi Mondiali di Ricerca sulla Danza promossi dalle sezioni CID.  Roberta Di Laura, nata a Taranto nel 1992, ballerina…

Leggi tutto
Cultura 

Nel Teatro comunale di Carosino un corso per imparare il “mestiere” dell’attore

Un corso per imparare il “mestiere” dell’attore Quella dell’attore è una professione che non si improvvisa, che richiede studio e sacrificio continui, in cui la parola “sfrontatezza” non esiste e nulla deve essere lasciato al caso. Questo è l’unico percorso che, giorno dopo giorno, permette di migliorare le proprie capacità attoriali e affinare il talento personale. Soprattutto l’attore deve imparare, e poi mantenere nel tempo, quel sacro timore reverenziale delle “tavole del palcoscenico”, quell’emozione che ogni professionista, anche il più grande al culmine della sua carriera, prova ogni volta che…

Leggi tutto
Cultura 

Chicche di Tarantinità, scopriamo il termine ” Alànghɘ “

Continua la rubrica di Tarantoindiretta, alla ricerca dello studio etimologico dei termini tarantini, nel rivalorizzare e riscoprire parole e detti usati o ancora in uso nella parlata della nostra città. Il termine che analizziamo oggi è Alànghɘ. Alànghɘ (DCEDT) esclamazione, la voce la troviamo in esclamazioni o anche in imprecazioni: alànghɘ tóvɘ “ti colga un malanno” (De Vincentiis); alànghɘ d’u ciùccɘ “corpo di di Bacco” (Rohlfs); alànghɘ d’a sandarèddɘ! “alla faccia della santarella” (Gentile); alànghɘ de mèstɘ Cìccɘ (Majorano). Per l’etimo, Rohlfs dice essere corruzione di “all’anima!”. Alessio fa derivare da…

Leggi tutto
Cultura 

Chicche di Tarantinità, scopriamo il termine ” Prájɘ “

Prosegue la rubrica di Tarantoindiretta, alla ricerca dello studio etimologico dei termini tarantini, nel rivalorizzare e riscoprire parole e detti usati o ancora in uso nella parlata della nostra città. Il termine che analizziamo oggi è Prájɘ. Prájɘ (DCEDT, De Vincentiis, Acquaviva, De Cuia, VDS) femminile, spiaggia. Il DEI registra la voce dicendola d’area prettamente siciliana, calabrese, salentina e tarantina, derivandola dal greco biz. tà plàgia. Locazione av. Prája-prájɘ “lungo la spiaggia”. La parola appartiene ai termini tarentini ca ancora sɘ díčɘnɘ. Tagga le tue foto di Taranto su Instagram con #tarantoindiretta

Leggi tutto
Cultura 

Chicche di Tarantinità, scopriamo il termine ” Fɘlɘppínɘ “

La redazione di Tarantoindiretta, sempre alla ricerca dello studio etimologico dei termini tarantini, oggi riscopre  uno dei termini più ricorrenti nella nostra città. Il termine che analizziamo è Fɘlɘppínɘ. Fɘlɘppínɘ (DCEDT) femminile, brezza fredda di tramontana. Il DEI, che registra la voce anche con il significato di “grande appetito”, oltre a “brezza fredda di tramontana”, vuole alla base “fame lupina”. Registrato nel DCEDT filippínɘ (VDS). La parola appartiene ai termini tarentini ca ancora sɘ díčɘnɘ.

Leggi tutto