Sport 

Cataldo Quero nel Panathlon International Magna Grecia

Venerdì 25 gennaio alle ore 19.00, presso la sala riunioni del Palazzetto dello sport Valentino Mazzola di Taranto, si è riunita l’Assemblea dei Soci del Panathlon International Taranto Magna Grecia.

Panathlon International ha come finalità l’affermazione degli ideali sportivi, dell’amicizia e del fairplay, la diffusione dell’etica e dei valori della cultura sportiva e, sin dall’anno della sua fondazione, avvenuta nel 2013 con il Presidente prof. Giuseppe Candreva, ha trovato nel Maestro benemerito Vincenzo Quero, un punto di riferimento per la condivisione degli ideali sportivi nell’ambito della disciplina del pugilato. Socio-fondatore del Panathlon Club, Vincenzo Quero si è visto riconoscere nel 2015 il Premio “Maestro dell’anno”, nel 2018, inoltre, la sua società di pugilato, la Quero-Chiloiro, ha ottenuto dal Panathlon il riconoscimento della “Targa Etica” al merito sportivo e, con quest’anno appena iniziato, è arrivato un nuovo motivo di orgoglio.

Nell’Assemblea dei Soci, accanto al Presidente Paolo Buglione di Monale, il vicepresidente Gennaro Esposito (dirigente scolastico) e il Tesoriere Pasquale Pignatelli (docente), si è formato il Consiglio Direttivo composto da Achille Tuzzi, Giovanni Cristofaro (presidente regionale ENDAS) e i neo consiglieri subentrati nel 2019: Cataldo Quero (docente) e Sebastiano Salinari (docente).

Una nuova carica, dunque, per Cataldo Quero, che da anni, ormai, segue le orme di suo padre Vincenzo Quero, ereditando da lui la passione per il pugilato e per quel ruolo che lo sport assume dal punto di vista sociale. Cataldo Quero è dal 2007 Responsabile Federale Giovanile di Puglia e Basilicata, dal 2017 membro della Commissione Nazionale Federale Giovanile e coordinatore del settore tecnico Federale di Puglia e Basilicata; lavora, inoltre, come docente presso l’IISS Archimede di Taranto e con questa nuova nomina nel Panathlon Club Magna Grecia, si presenta determinato nell’obiettivo di voler trasmettere valori e passione per lo sport alle generazioni dei più giovani del nostro territorio.


2Shares

Articoli Correlati