Xylella: Il presidente Vendola incontra gli europarlamentari

0
CONDIVIDI

Il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, a margine di un incontro con gli europarlamentari italiani, a Bruxelles, al quale ha preso parte anche l’ambasciatore Stefano Sannino, rappresentante permanente d’Italia presso l’Ue ha dichiarato: «Il surriscaldamento, la globalizzazione» pongono l’Europa di fronte a «sfide inedite come quello della Xylella fastidiosa. Sfide da affrontare non con la furbizia di chi proclama guerre commerciali all’interno della Ue, ma da vivere con spirito di solidarietà europea»

Quella dell’eradicazione «non è una scelta generalizzata, si tratta di eradicare solo a nord del Salento dove si prova a costruire una specie di barriera, una sorta di linea tagliafuoco, per impedire che la Xylella si espanda», ha detto ancora Vendola. «E nel territorio in cui adesso è contenuta – aggiunge – bisogna imparare a conviverci. Sperimentare tutte le forme utili per impedire i danni». La zona cuscinetto, spiega Vendola, «cade nella zona intorno a Oria, una parte che presenta focolai di infezione». E precisa: «Non si tratta di pulire completamente dalla presenza degli alberi di ulivo. Si tratta di eradicare le piante infette. Speriamo che l’operazione venga fatta nel giro di poche settimane». Quanto all’ipotesi di eradicare anche piante sane, il governatore pugliese risponde: «Si vedrà nella decisione comunitaria che sarà assunta a fine mese. Per quello che ci riguarda, ora è importante colpire le piante che sono focolai di infezione e di propagazione del batterio».

È stata intanto sospesa l’attività di abbattimenti degli ulivi infettati dalla Xylella nell’area di Veglie, sospensione decisa in seguito alle proteste degli ambientalisti che si oppongono alle misure drastiche previste dal piano del commissario per l’emergenza Giuseppe Silletti.(C. Mezzogiorno)

di Terry Bellino