Ultras leccesi assalgono bus pieno di tifosi baresi, un ferito

81
0
CONDIVIDI

Nel tardo pomeriggio di domenica una cinquantina di ultras leccesi ha assalito un bus pieno di tifosi baresi nelle campagne di Veglie.

L’episodio si è verificato a margine della gara di calcio di Seconda Categoria tra Veglie e Ideale Bari. All’ingresso della tangenziale i salentini, tutti con il volto travisato, si sarebbero manifestati davanti al mezzo, cercando la rissa. Di fronte all’arrivo degli incappucciati, i tifosi baresi avrebbero, a loro volta, deciso di non sottrarsi allo scontro. Pietre e petardi sono stati lanciati da entrambe le parti e ad avere la peggio è stato un giovane barese, colpito in testa da una pietra. L’uomo è stato trasportato all’ospedale Fazzi di Lecce, dove è stato medicato e giudicato guaribile in quindici giorni. Nella stessa serata di domenica ha deciso di lasciare l’ospedale e tornare a Bari.

Le lesioni causate al tifoso sono uno dei reati contestati nell’ambito dell’indagine avviata dai carabinieri di Campi, al momento a carico di ignoti, nell’ambito della quale si procede anche per lancio di petardi e oggetti atti a offendere durante manifestazione sportiva. Alcuni video, girati durante gli scontri, serviranno per cercare di identificare gli assalitori e capire se siano le stesse persone entrate nel palazzetto di Monteroni il 31 marzo scorso, quando alcuni incappucciati, armati di spranghe, invasero il campo durante la partita di basket tra la squadra locale e la Puma Trading Basket Taranto.