Rubarono profumi in un negozio, coniugi assolti perché il valore della refurtiva era modesto

35
0
CONDIVIDI

Una coppia di Manduria è stata assolta dall’accusa di furto pluriaggravato in un negozio di cosmetica in un centro commerciale leccese. Per la “tenuità del fatto”, i due, un 49enne e una 42enne, incensurati, saranno costretti a pagare solamente le spese legali e di giudizio.

I fatti risalgono all’ottobre 2014, quando la coppia entrò nel negozio e si impossessò di svariati profumi del valore di 200 euro, tenendo cura di lasciare gli scatoli vuoti e provvisti di antitaccheggio sugli scaffali. A fregarli, però, ci pensarono le telecamere di videosorveglianza, che registrarono tutto e permisero ai vigilantes di bloccarli ancor prima di scappare.

Una volta identificati e denunciati a piede libero, i coniugi sono stati processati ottenendo l’assoluzione perché la refurtiva è stata considerata modesta.