Maltrattava la madre, sorvegliata speciale viola la misura cautelare e torna in carcere

0
CONDIVIDI

I Carabinieri di Mottola (Ta), in esecuzione di un’ordinanza di revoca e contestuale sostituzione con la misura cautelare in carcere, hanno arrestato una 22enne del luogo, già sottoposta all’obbligo di dimora con reperibilità notturna.

La misura è scaturita a seguito di diverse segnalazioni relative all’inosservanza delle prescrizioni imposte dalla misura alla quale era sottoposta, puntualmente comunicate all’Autorità Giudiziaria da parte dei militari.
La 22enne, che lo scorso mese di ottobre era stata arrestata, in flagranza di reato dai Carabinieri di La Spezia, per maltrattamenti in famiglia posti in essere in danno della propria madre convivente, era stata successivamente rimessa in libertà e sottoposta all’obbligo di dimora nel comune di Mottola (Ta), presso l’abitazione di alcuni familiari.
La donna però, sin da subito, incurante del provvedimento alla quale era sottoposta, si è resa responsabile di minacce nei confronti dei familiari conviventi, pretendendo l’elargizione di somme di denaro non dovute.
La 22enne, all’esito delle formalità di rito, è stata arrestata e successivamente tradotta presso la Casa Circondariale di Taranto a disposizione dell’A.G..