La Quero-Chiloiro capitola il Trofeo Masseria Ruina

0
CONDIVIDI

Si è concluso il 1^Trofeo Masseria Ruina con enorme successo dal punto di vista organizzativo e dei risultati firmato Quero-Chiloiro. “Siamo davvero entusiasti e soddisfatti della doppia serata sportiva organizzata nel casolare del nostro direttore sportivo Goffredo Santovito.

A lui un grazie speciale da tutti gli appassionati della noble art, che numerosissimi sono accorsi ad ammirare le gesta dei nostri atleti in due caratteristiche serate in una antica masseria”. Queste le parole del Maestro Benemerito Vincenzo Quero, che ribadisce: “organizziamo queste serate pugilistiche per far crescere i nostri ragazzi caratterialmente, socialmente e agonisticamente, solo e grazie alle nostre forze e all’appoggio morale dei nostri soci, grandi amici, sempre vicini, quotidianamente, a tutto quello che svolgiamo e realizziamo, in palestra o come in questo evento”.
Domenica, nella prima serata pugilistica, sotto la ligia visione del Commissario di Riunione Mariangela Spinosa, Delegato Provinciale Coni della F.P.I., si sono svolti 11 match, di cui due femminili, in un triangolare Puglia-Basilicata-Molise. La Quero-Chiloiro ha portato a casa 6 vittorie, 1 pari, 4 sconfitte. Nei Senior 69 kg Vincenzo Maggio ha vinto contro Mario Zolli, ex campione d’Italia di kick boxing, della Revolution Foggia. Match terminato alla 3^ripresa per intervento medico quello di Andrea Ottomano che ha battuto Lorenzo Tantone della Acc. Pug. Panettieri Matera, negli Youth 75 kg. Hisham Tosom, al debutto, ha fatto suo il match nel derby contro Corrado Salvi (Pugilistica Taranto) in un confronto equilibrato nei Senior 81 kg. Negli Youth 60 kg vittoria prima del limite (rsci al 2^round) di Francesco Brandi sul forte Alessio Di Tondo (Amici del Pugilato Lecce) partito subito in quarta sin da subito. Un’altra vittoria prima del limite è stata sancita da Chiara Caliandro che negli Elite 2^serie 57 kg ha battuto alla seconda ripresa per rsci la più esperta Francesca Moramarco della Panettieri Matera. Ennesima vittoria finita questa volta al primo round, è arrivata da Pasquale Dicuonzo che si è sbarazzato per rsci di Andrea Valenzano della Center Body Art di Capurso nei Senior 56 kg, in un match di preparazione all’imminente Torneo Nazionale Senior di Roseto degli Abruzzi dal 10 al 14 maggio. Domenico Maffei, negli Youth 60 kg, non è andato oltre il pari (forse un po’ stretto…) contro Aleandro Verderosa della Luciano Bruno Foggia, in un match molto acceso. Negli Elite 2^serie 60 kg Maria Bartolo, sotto tono, ha perso nel match rosa contro Donatella Basile (Acc. Pug. Panettieri Matera). Sconfitta decretata solo dall’arbitro, per squalifica alla terza ripresa, di Tommaso Rizzi contro Damiano Caliandro della Life Planet Francavilla Fontana, negli Youth 60 kg. Le altre sconfitte sono arrivate da Giuseppe Tripiciano (Senior 75 kg) e da Marcello Sticchi (Youth 69 kg) che sono stati battuti rispettivamente da Matteo Paciolla (Center Body Art Capurso) e da Gennaro Colangelo (Emmedue Campobasso).
La seconda serata, lunedì 1^maggio, il cui Commissario di Riunione è stato Giovanni Genghi, ha visto incrociare i guanti dei pugili della Quero-Chiloiro contro avversari provenienti dalle regioni Abruzzo, Campania e Puglia. I portacolori tarantini hanno trionfato in sei match su otto in programma. Uno dei più interessanti è stato quello negli Elite 69 kg, tra Emanuele Pepe e Loris Mosca della blasonata Pugilistica Di Giacomo Pescara, fucina di tanti campioni internazionali. Pepe, meno esperto dell’avversario, ha condotto il match sul pressing e scambi ravvicinati, non dando possibilità all’avversario di esprimere abilità tecniche; la strategia imposta dal tecnico Cataldo Quero all’angolo ha funzionato egregiamente tanto da vincere nettamente il match e da conquistare la coppa di miglior pugile del Trofeo Masseria Ruina. L’altra bella vittoria è arrivata dall’Elite 64 kg Mattia Matarrese che ha sconfitto in un match intenso l’esperto Giulio Commerso della Di Giacomo Pescara. Anche per lui, come per Pepe, futuro speranzoso nella giovane carriera da Elite. Negli Junior 57 kg il tarantino Elio D’Alconzo, in giornata positiva, ha battuto il giovane e bravo pescarese Cristian Chiavaroli (Pug. Di Giacomo). L’altro Junior della Quero-Chiloiro, Luca Nestore, al debutto, ha sconfitto in un match equilibrato Marcello Fico (Pugilistica Taranto), figlio d’arte e anch’egli al debutto, nei 63 kg, bravi entrambi. Nei Senior 69 kg il giovane Stefano Bruno ha vinto il longilineo Francesco Carone della The Fighter Barletta. E’iniziata in sordina l’atleta della Quero-Chiloiro contro un avversario molto più alto di lui, per poi uscire alla seconda e terza ripresa aggiudicandosi nettamente il match. L’ennesima vittoria del club rossoblu è arrivata per mani del Senior 91 kg Daniele Milan che come Dicuonzo e Ricci è in preparazione per il Torneo Nazionale Senior; in questo match ha battuto il bravo napoletano Aniello Smarrazzo della Pugilistica Giugliano, esprimendo potenza e forza fisica. Le due sconfitte sono giunte dagli Elite Vito Potenza (75 kg) ad opera del forte georgiano Nika Gogiashvili (Pug. Giugliano), e da Giuseppe Fico (69 kg) in un verdetto molto incerto e discutibile contro il coriaceo Joshua Boateng della Milleculure Napoli dell’ex oro olimpico e campione del mondo Patrizio Oliva.
In entrambe le serate, presentate dal Dott. Raffaele Ciquera, cronometrate da Marco Dimaggio e visionate dal presidente del C.R. Puglia e Basilicata Nicola Causi, ad introdurre i 19 match si sono svolte gare amatoriali di Light Boxe tra gli atleti della Quero-Chiloiro e della Pugilistica Castellano.