Boxe: Inizia la stagione numero 47 della Quero – Chiloiro Taranto

0
CONDIVIDI

Un nuovo anno, il quarantasettesimo, nel nome di Taranto attraverso la passione del pugilato.

La Quero-Chiloiro ha avviato ufficialmente la sua nuova stagione sportiva, “nel solco della risorsa umana della boxe che, attraverso il marchio impresso da nostro padre, il maestro benemerito Vincenzo Quero, in questo quasi mezzo secolo di attività, ha sortito effetti importanti sotto il profilo formativo e sociale” dichiara il tecnico Cataldo Quero. Il neo responsabile dei tecnici della Federboxe Puglia-Basilicata pone l’accento sull’humus della società Quero-Chiloiro che dal 1970 opera nella palestra di via Emilia 20 a Taranto, agendo come un “faro” per i tanti appassionati allo sport di diverse generazioni, con un effetto “deterrente” sulle deviazioni legate alla strada ed offrendo un’alternativa sociale e costruttiva sotto il profilo fisico e mentale.

IL NUOVO QUADRO SOCIALE E TECNICO La Quero-Chiloiro Taranto ha rinnovato le cariche sociali: presidente Maria Lecci, vicepresidente Francesco Carducci, segretario Maria Grazia Acampora, direttore sportivo Goffredo Santovito, medico sociale dott. Pierguido Conte.
I tecnici: maestro benemerito, corona italiana dei “Leggieri 1975” e fondatore del club Vincenzo Quero; Cataldo Quero (coordinatore tecnico della Federboxe Puglia-Basilicata e responsabile attività giovanile); Cosimo Quero, Cosimo Inerte, Salvatore Versace, Antonio Versace, Giovanni Carrino, Giuseppe Magaletti, Donato Bonfrate; aspiranti tecnici Leo Marinelli, Alessio Benefico, Giuseppe Fico e Mario Arenga.
LA “SQUADRA” AGONISTICA E’ di 64 il numero di partenza dei pugili dilettanti tesserati dalla Quero-Chiloiro Taranto. Un dato sostanzioso che è destinato a lievitare nella stagione in corso, accostandosi al numero “83” a regime della scorsa stagione.
Questi i 53 boxer in lizza per l’agonismo, suddivisi per categoria: Elite, Giovanni Angiulli, Alessio Benefico, Angelo Mirno, Cosimo Attolino, Vito Potenza, Giuseppe Fico, Angelo Magrì, Giovanni Gistani, Emanuele Pepe, Francesco Magrì, Christian Morabito, Luigi Portino, Cristian Mariano, Mattia Matarrese, Danilo Paracolli;
Senior: Davide Ricci, Mario Arenga, Antonio Mariano, Angelo Bianco, Cosimo Semeraro, Giovanni Villapace, Vincenzo Maggio, Giovanni Lillo, Hisham Tosom, Stefano Bruno, Giuseppe Tripiciano, Silvestro Sabatelli, Nicola Turi, Leonardo Giangrande, Lorenzo Scialpi, Celestino Salvatore, Antonio Losurdo, Pasquale D’Andria, Armando Tassiello, Cristian Troia, Alessio Arbore; Youth: Andrea Ottomano, Francesco Andrisani, Domenico Maffei, Francesco Brandi, Michelangelo Gallo, Marcello Sticchi, Agostino Rombi, Tommaso Rizzi; Junior: Francesco Catapano, Luca Nestore, Elio D’Alconzo, Emilio Malecore, Antony Pernisco, Vito Potenza, Marcello Fico, Felice Pelonzi; School Boy: Christian Acquaro.
Queste le 11 donne tesserate così suddivise per categoria: Elite I Serie Vitalba Tanzarella; Elite II Serie Maria Bartolo, Roberta Di Molfetta, Marica Paradiso, Chiara Caliandro, Caterina Matarrese; Youth Sara Farina, Gloria Imperio, Vitalba Clemente, Silvia Bonucci;
Junior: Alessandra Mariano.
PRO E DILETTANTI: STAGIONE INTENSA Si prevede una nuova ed intensa stagione della Quero-Chiloiro a livello federale nazionale. Le punte di diamante sono i due professionisti Francesco Castellano (4 vittorie, 2 sconfitte ed un pareggio da “Super Medio”) e Marco Boezio (3 vittorie, 2 sconfitte ed un pareggio da “Medio”), lanciati dal club rossoblù e che combattono coi colori della prestigiosa “Opi 2000”. Il loro obiettivo è quello di avvicinarsi all’assalto del titolo delle rispettive cinture. Sulla loro scia i talenti del dilettantismo, che avranno scenari importanti in cui tornare a misurarsi con il top rappresentato dai Campionati italiani delle rispettive categorie, maschili e femminili.
Il primo appuntamento agonistico federale si terrà nel primo weekend di marzo, con il Torneo regionale Esordienti School Boy, Junior e Youth, e la PB Cup per non esordienti. Prossimamente partirà anche l’attività della Quero-Chiloiro auto-promossa con un calendario fitto come da tradizione, promuovendo riunioni a livello regionale, interregionale e nazionale. “E’ preziosa in questo contesto – commenta il tecnico organizzatore Cataldo Quero – l’ormai oliata collaborazione con la famiglia Carelli, attraverso Anita e Milva, amministratrici dell’ippodromo Paolo VI di Taranto che, gratuitamente, ci viene concessa per lo scenario agonistico”.
SUL RING IL FUTURO Unitamente al mondo dilettantistico vi è uno scenario che guarda al futuro. La Quero-Chiloiro, infatti, attraverso il suo staff tecnico avvia alla pratica della boxe, attraverso una forma ludico-motoria, i baby atleti. Si tratta delle categorie che vanno dai 5 ai 12 anni: “Cuccioli”, “Canguri”, “Cangurini” ed “Allievi”. E’ questo un settore vivo, che è intrecciato con il mondo familiare e scolastico dei giovanissimi boxeur. Un punto di riferimento è anche il settore amatoriale, che vede nella gym boxe e nella light boxe il momento di virtuosa espressione psico-fisica.

Alessandro Salvatore, addetto stampa Quero-Chiloiro