Atto 5°, incendio all’ingresso della struttura del Centro sociale a Lama, mai usato dalla consegna al Comune di Taranto

0
CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato del Cav. Alfredo Luigi CONTI Mov. TARANTO, DIRITTO DI VOLARE!!!

Lettera aperta al Sindaco Melucci

QUANDO PUO’ ESSERE UTILIZZATA LA STRUTTURA DEL NUOVO “TANTO PER DIRE” (STA DIVENTANDO SEMPRE PIU’ VECCHIO E TRASCURATO ESTERNAMENTE) CENTRO SOCIALE DI LAMA DAI CITTADINI COME CENTRO DI AGGREGAZIONE E VERDE ATTREZZATO!!! COSA ASPETTIAMO A FARE IL BANDO PER CONSEGNARLA ALL’ASSOCIAZIONE SPETTANTE???

Questa mattina da fonti giornalistiche, ho letto dell’incendio sulla parte esterna della struttura in questione. Mi sono precipitato per andare a vedere cosa è successo. Come avevo più volte evidenziato, essendo una struttura impiantata in mezzo a un’area isolata, poteva essere presa di mira da vandali. Questo è accaduto l’altro ieri. Ovviamente condanno in maniera ferma e decisa costoro che hanno commesso questo atto ignobile ma condanno ancora di più il Comune di Taranto che ha perso tutto questo tempo. Mi domando, come mai??? Ora i danni chi deve pagarli? Il cittadino??

Sig. Sindaco, da DUE anni, finita la costruzione dell’opera del nuovo centro di aggregazione sociale a Lama, tra via Circonvallazione dei Fiori e via Lama, (foto) non è ancora utilizzata! Voglio ricordare che tale struttura è stata realizzata come “CENTRO DI AGGREGAZIONE CON AREA A VERDE ATTREZZATO – U.M.I. 2 come da progetto presentato il 22 settembre 2009 e realizzato nel 2015. Il progetto finanziato con fondi PIRP. Tale progetto come documentazione, recita al punto 1.3 …….. – I PIRP sono eleborati con la partecipazione attiva degli abitanti, finalizzata a garantire interventi che rispondono al loro bisogno, desideri e aspettative, a migliorare la qualità della vita e la sicurezza, specie con riferimento ai bambini, agli anziani e ai diversamente abili…. In fase di realizzazione il progetto si è molto ridimensionato perdendo alcune peculiarità come l’area verde attrezzata, parcheggi alberati, orti botanici, attività ludica ricreativa, ecc. Il sottoscritto, come riferimento di molti cittadini di zona, evidenziava in più occasioni, la necessità di fare un bando, in modo tale che tale struttura, venisse consegnata a chi di competenza (associazione spettante, vincitrice di bando) come previsto. Senza bando (richiesto dal sottoscritto più volte), nel mese di settembre viene approvata una Delibera della Giunta nr. 154/2016, a fronte di una convenzione stilata dalla parte interessata di affidamento della struttura che poi, sembrerebbe che fu rifiutata dall’interessata per motivi che non sono a conoscenza. Comunque, tutto questo non sembrava, a nostro parere, un’operazione trasparente, poiché la Struttura è stata realizzata con fondi PIRP con finalità specifiche. Sindaco Melucci, tale struttura, risulta inagibile poiché e sprovvista di Fogna e Acqua, oltre a tutto quello che era previsto dal progetto finanziato. Attualmente è in uno stato di abbandono (foto).

Siamo sempre fiduciosi che sia fatto il bando, in modo tale che la struttura sia giustamente consegnata a un’associazione appropriata e sia finalmente utilizzata per la sua finalità, cioè a favore della comunità locale, come CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE!!!